top

Sensi Today

Newsletter n°26

RINGRAZIAMENTO

Cari amici e partner in tutto il mondo,

questo fine anno ci trova particolarmente lieti di festeggiare diversi avvenimenti importanti per la nostra Azienda.

Il primo è la premiazione con i prestigiosi Tre Bicchieri del nostro Collegonzi Sangiovese, riconosciuto finalmente per la sua qualità, degno di appartenere all’olimpo di questi vini che da decenni sono un punto di riferimento per tutti gli appassionati e gli operatori del mondo del vino che conta. Un traguardo storico che faremo in modo di onorare continuando a lavorare per la riconferma delle prossime annate, alzando come nostra abitudine il livello dei prodotti nativi del nostro territorio.

A questo proposito l’altro evento che vogliamo celebrare è la nascita del nostro primo Ciliegiolo Biologico: abbiamo sempre ambito a realizzare un vino da questa uva che ritengo abbia caratteristiche uniche per bevibilità e riconoscibilità e vederlo finalmente in bottiglia è un’emozione speciale per noi, soprattutto se consideriamo che, ancora prima di uscire sul mercato, ha suscitato grandissimo interesse tra i nostri clienti italiani ed esteri.

Infine, altra importante novità è il Brunello di Montalcino Officium di Poggio Scudieri, dai meravigliosi vigneti di Montalcino, pieni di storia e romanticismo, un vino autentico che incarna la fedeltà ai valori della tradizione e del rispetto della natura, una nuova produzione nata dall’entusiasmo e dalla voglia di lavorare per alzare ulteriormente la qualità, l’immagine e la selezione dei nostri vini.

Vi auguriamo delle buone feste, gioiose e piene di vita, e vi ringraziamo come sempre per la fiducia riposta nel nostro lavoro, per i nostri prodotti e l’affetto per la nostra famiglia. Non vediamo l’ora di condividere con voi un nuovo anno pieno di aspettative e voglia di crescere, con ancora tantissime altre novità.

Massimo Sensi

Focus

Collegonzi Sangiovese

Un lavoro certosino e teso al miglioramento continuo e alla ricerca della qualità assoluta premia quest’anno il Collegonzi Sangiovese, iconica etichetta di Fattoria di Calappiano – azienda biologica di famiglia – nata dai vigneti posti sulla collina del Collegonzi, da cui prende il nome. Un luogo unico in cui anche Leonardo Da Vinci amava passeggiare, una collina ricca di fossili marini e scheletro in grado di imprimere ai vini un carattere irripetibile. Top di gamma della produzione di Fattoria, il Collegonzi sangiovese quest’anno ha fatto incetta di premi aggiudicandosi i Tre Bicchieri del Gambero Rosso e ben 94 punti dalla Guida essenziale ai vini d’Italia di Daniele Cernilli.

Sangiovese 100%. Matura 14 mesi in botte grande di rovere francese e affina 12 mesi in bottiglia. Di colore rubino trasparente e luminoso, al naso si apre su un bouquet elegante di piccoli frutti rossi croccanti, spezie fini, leggere sensazioni fumé e note floreali. In bocca è ricco e agile al contempo, fresco, succoso e sapido con una lunga persistenza di spezie, frutti rossi e lievi note fumé.

Collegonzi Sangiovese
Collegonzi Ciliegiolo
Focus

Collegonzi Ciliegiolo

Un nuovo vino che finalmente vede la luce, prodotto secondo i dettami dell’agricoltura biologica di Fattoria di Calappiano e nuova e fortemente voluta etichetta aziendale. Nasce dalla continua ricerca sul territorio e dalla volontà di valorizzare i vitigni autoctoni, ricchi di storia e caratteristiche virtuose. Per questo, un vitigno spesso gregario del Sangiovese è qui vinificato in purezza, per dimostrarne la stoffa e il carattere unico.

Ciliegiolo 100%. Affinamento in acciaio. Colore rubino trasparente e vivo. All’olfatto esprime sensazioni di fiori rossi, spezie dolci, cassis e ciliegia. In bocca ha grande freschezza, un sorso scattante e croccante, tannino delicato e sensazioni di frutta, tabacco e cacao leggero nel piacevole e lungo finale.

Focus

Officium Poggio Scudieri

Sulle colline che circondano Montalcino, nascosta tra viti e ulivi che si estendono a perdita d’occhio, sorge l’Abbazia di Sant’Antimo. La leggenda narra che nell’871 l’imperatore Carlo Magno con le sue truppe, di ritorno da Roma, trovò ristoro curandosi con le piante officinali coltivate dai monaci benedettini e bevendo da una fonte dalle proprietà terapeutiche. Questo luogo segreto deve il suo nome, Poggio Scudieri, ai pellegrini, mercanti, soldati e scudieri che, di passaggio sulla via Francigena, qui facevano sosta. Da queste antiche terre ricche di storia e ammantate di vigne e per celebrare il legame ancestrale tra uomo e natura, nasce Officium, il Brunello di Montalcino di Poggio Scudieri.
Il nome latino Officium è un tributo al senso del dovere e della lealtà degli scudieri. L’etichetta, dal design semplice e rigoroso, è un omaggio alla splendida torre dell’Abbazia e ai suoi luoghi, mentre le radici simboleggiano il legame tra la terra e l’uomo. Infine, l’oro richiama i magnifici sfondi dorati delle miniature medievali e ricorda la luce del sole che si rifrangeva sugli scudi dei cavalieri e dei loro scudieri quando finalmente raggiungevano questo luogo di pace.

Il Brunello Officium è frutto di una scrupolosa ricerca organolettica sul Sangiovese grosso e di una coltivazione attenta di questa uva in una particolare area di Montalcino, dove il terreno è ricco di scheletro, con galestro e alberese.

Matura 36 mesi in botti grandi a seconda dell’annata e circa 18 mesi in vasche di cemento e acciaio. Colore rubino tendente al granato. All’olfatto profuma di spezie, piccoli frutti rossi, bacche e sottobosco. Ginepro, humus, leggere nuance di fiori e accenni di liquirizia e pepe nero. In bocca è fresco e croccante, di medio corpo, buona spalla acida e tannino integrato. Chiude su sensazioni balsamiche e speziate.

Focus

I nostri ultimi premi

Un anno pieno di soddisfazioni, i nostri vini hanno raggiunto dei grandi risultati in tutto il mondo: dai 3 bicchieri del Gambero Rosso e i 94 Punti di Doctor Wine di Cernilli per il Collegonzi 2018 di Fattoria di Calappiano ai 92 punti del Bolgheri Sabbiato da James Sukling, dal premio Berebene rapporto qualità/prezzo del Gambero Rosso per il Nostro Ninfato senza solfiti aggiunti alla Gold Medal da The Drink Business per il Lungarno di Fattoria e il Tua Rosa e addirittura la Master Medal per il prosecco 18K, fino ai 95 Punti al Chianti Dal Campo e ben 98 punti al Mantello sull’annuario dei migliori vini italiani di Luca Maroni.

Grazie alla vostra fiducia e all’impegno di tutto il nostro staff, ogni giorno facciamo un piccolo passo in avanti.

Qui tutto lo storico dei nostri premi!

Scopri i nostri vini

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter

Sensi Today è la newsletter di Sensi per rimanere sempre aggiornati su eventi, attività e tutto quello che riguarda il mondo Sensi. Iscriviti ora!


    Sì, anch'io voglio ricevere la newsletter di Sensi Vigne e Vini
    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy policy (*)